Post

Visualizzazione dei post da 2017

Come nasce un abito - video

Immagine
Ciao, vi siete mai chiesti come nasce un abito? I passaggi sono molti e richiedono tempo, soprattutto per chi come me, nella stragrande maggioranza dei casi, disegna il modello da zero: c'è il disegno del modello, appunto, il posizionamento del modello sul tessuto, il taglio etc... Senza considerare tutto ciò che viene prima: le misure della persona, la scelta del modello, la scelta del tessuto, e ciò che avviene nel mentre: le prove, le modifiche, etc.


E' un processo a cui purtroppo non si è più abituati, un tempo di sogno di ciò che verrà, di attesa e curiosità e, infine, soddisfazione e gratificazione.
Un'esperienza in cui i desideri diventano realtà e l'abito assume un significato culturale che fa emergere le emozioni e i valori di chi lo indossa.
Forse più che nel passato, oggi scegliere l'artigianalità della sartoria è un'esperienza diversificante e autentica che, oltre a vestire il corpo, è in grado anche di vestire le emozioni.
Ho provato a sintetizzar…

Mise per un matrimonio sul lago

Immagine
Oggetto: matrimonio di amici Quando: a settembre Dove: sul lago Maggiore Dress code: indossare qualcosa di blu
Ecco la mia scelta: tubino in raso di seta color champagne senza spalline con stola blu e borsetta della medesima stoffa, impreziosita con un delizioso inserto di pizzo blu e oro. La borsetta si può portare a mano o, come nella foto, a tracolla, grazie ad una sottile catena dorata. Tutto SARtoriA di Sara :-)

Ciaooooo,
Sara

La moda secondo me, le mie rivisitazioni: D&G

Immagine
Oltre a chiavi stampate, fiori e animali del bosco, la collezione Autunno Inverno 2014-2015 di Dolce e Gabbana, ha visto sfilare stoffe preziose e luminosi macramè. Ed è proprio il macramè il tessuto che ho utilizzato per una mia personalissima rivisitazione.


Loro lo hanno utilizzato in vari modi, per bluse, giacche, gonne e soprabiti.
Io ho realizzato un abito, sfruttando la bellezza del tessuto. Per poterlo indossare più spesso, ho pensato di cucirgli due sottovesti in pura seta di colore diverso: rosa pallido per un look più romantico....

 e rosso carico per un'allure più decisa.


E qui la fatidica domanda.....Cosa mi metto??!?
In questo primo post semiserio...ne seguiranno altri, stay tuned!!!, non possono non ringraziare di cuore Margherita, la mia dolcissima e bravissima modella e tutti coloro che mi hanno supportato, aiutato, ospitato (lo studio associato BVAA) e hanno contribuito all'esperienza dello shooting...e soprattutto che si sono fidati di una mia idea un po' …

Come ti trasformo le gonne

Immagine
Ciaoooo, Sara

...e il bebè come lo vesto?

Immagine
Ecco un paio di proposte per un bebè comodo, casual ma stiloso.

Completo bermuda in puro cotone con elastico in vita e polo con il taschino realizzato con la medesima stoffa del pantaloncino...




...e completo, sempre con bermuda in puro cotone, ma questa volta con maglietta a mezze maniche con un richiamo coordinato.

Il mio nipotino ne va matto!!! ...amore della zia...
Ciaoooo, Sara

Il bianco, un classico per il mare per lui e per lei

Immagine
Ciao, bentrovati!! Ti distrai un attimo ed è già agosto... e dall'outfit del matrimonio di maggio del post precedente, si salta direttamente in spiaggia senza bisogno del teletrasporto. Quest'anno è l'anno dei record: mi sono vestita solamente con miei modelli: una bella soddisfazione personale e molta praticità. Insomma, il mio stile cucito addosso.  Oggi ve ne propongo due  uno per lei e uno per lui.  Iniziamo da quello più complesso: la camicia in lino per lui con collo alla coreana.
Ormai lo sapete, lavoro solo tessuti di qualità e per la camicia ho scelto un lino di un candido bianco ottico della Bellora, molto bello sia da lavorare che da indossare.

Per lei, ecco un abito in jersey di seta con gli stilemi di Versace rivisti da Julie Verhoeven, una illustratrice e designer inglese. Ve ne avevo già parlato nel post Un abito come un dipinto da indossare ma, diciamolo, vederlo indossato e contestualizzato viene valorizzato e ne guadagna in personalità. Certo, con una mo…

Cosa mi metto per un matrimonio a maggio? ecco la mia proposta

Immagine
E' inutile. Quando ci invitano ai matrimoni, dopo la gioia iniziale di sapere che ci aspetta una giornata di festa, arriva la fatidica domanda...cosa mi metto? Bella domanda.
C'è chi corre al negozio a comprare tutto nuovo (comprese le scarpe, con la pia illusione che quel giorno non facciano male), c'è chi pensa di rinfrescare un abito già indossato per una medesima occasione (anche Kate lo fa, quindi tranquilli, che è cool), c'è chi si fa prestare varie ed eventuali da amiche e parenti (quell'abito che indossava mia cugina al matrimonio della sua migliore amica...chissà se mi va bene, al massimo mi impegno e perdo quei chiletti per entrarci, era troppo bello.... ah la speranza è proprio  l'ultima a morire) e c'è chi non fa sconti al proprio stile e decide di regalarsi un outfit personale e originalissimo.

Se poi hai anche un'amica a cui piacciono le sfide e che, oltre a saperne di modellistica, sa anche cucire, il gioco è fatto. L'outfit originale…

Il giubbino per l'uomo in vacanza

Immagine
...se con gli abiti da donna mi arrangio con sperimentazioni e manichino, con quelli da uomo ho proprio bisogno dell'indossatore... e quell'indossatore per cui ho cucito. E non è davvero cosa semplice: devo trovare il momento giusto, l'umore giusto, il posto giusto...e allora ho imparato a fargli le foto in vacanza, dove siamo tutti più rilassati.
La location del post di oggi è Genova, che è stata la meta di una bella giornata all'aria aperta, che si è chiusa con un piatto di ottime seppe in zimino e con un bel vermentino fresco. All'imbrunire abbiamo fatto una passeggiata in riva al mare e...zac via di reflex.

Si tratta di un giubbino tipo motociclista in tessuto tecnico. Ho utilizzato due tipologie di neoprene per sottolineare la forma delle maniche, che sul davanti sono raglan e dietro sono a martello.



La zip davanti...

...e l'insieme.

Ciaooooo,
Sara

Spilli e pennelli refashioned

Immagine
Care amiche ben trovate!
Ormai mi conoscete, quando tardo con la pubblicazione di nuovi post è perchè sto realizzando nuovi lavori che poi condividerò con voi. Lo sapete, ogni cosa, dalla più semplice alla più elaborata, richiede impegno e lavoro...che svolgo con piacere, ma anche tempo, che viene sottratto ad altro. Purtroppo (o per fortuna) non hanno ancora inventato la giornata di 48 ore...

Nel frattempo, però, sono riuscita a rivedere la veste grafica del blog. E' un po' che ci pensavo...vi piace?

In questi giorni ho fatto diverse prove e magari qualcuna di voi ha anche intercettato online qualche versione intermedia...una delle tante che ho fatto perchè nessuna mi soddisfaceva.



Dovete infatti sapere che blogger permette un preview di alcune funzionalità ma non di tutte. Cioè, fa vedere in anteprima come verrà il blog solo parzialmente ed è necessario andare online per vedere il risultato completo. Insomma...un gran lavoro per approntare la versione che vedete ora e c'…

Come ti sdrammatizzo la camicetta in seta e pizzo

Immagine
La seta, un tessuto pregiato, impalpabile, da sempre sinonimo di eleganza. E' piacevole da indossare per la sua morbidezza...che definirei quasi fluidità.
Mi piace e mi affascina.... mi colpisce per i colori luminosi, pieni, vibranti. In passato ne ho avuto quasi soggezione, un po' per la paura di sciuparla, un po' per i prezzi importanti che spesso e volentieri la caratterizzano. Il risultato è stato che le uniche cose in seta che avevo era qualche foulard (che allora non mettevo nemmeno).
Ho iniziato ad indossarla da quando cucio o, meglio, da quando ho imparato a cucirla. Si, perchè il suo carattere un po' snob si manifesta anche lavorandola. Richiede attenzione e perizia perchè scivola e, muovendosi, rende difficoltosa la lavorazione. Ma, una volta domata, mi da sempre grandi soddisfazioni, come nel lavoro di oggi.

Si tratta di una blusa in seta blu notte con maniche in pizzo.
Che idea!!! direte...ma va...è che la seta non era sufficiente anche per le maniche (e io…

Cucire e fotografare, non si finisce mai di sperimentare

Immagine
Capita anche a voi? Avere in mente da giorni di fare un esperimento e di non essere tranquille finché non vi cimentate.
A me si, spesso, e il bello è che il chiodo fisso non se ne va se non realizzo ciò che mi sono prefissata. Non importa se l'esperimento condurrà ad un risultato degno di nota che passerà ai posteri o se rimarrà confinato in 4 mura. Non è questo il punto. Il punto è il bisogno insopprimibile di sperimentare, di provare se ciò che mi sono immaginata è realizzabile, di vedere cosa ne esce e, infine, di capire se l'idea è stata buona, di identificare eventuali miglioramenti (per essere onesta, capita molto spesso...) o di cestinare in toto la pensata.
Ecco, oggi è il giorno dell'esperimento. Benvenuti.


Con il post di oggi vi presento due lavori: una borsetta a mano e una camicia in seta...e ve li presento di persona...con le foto che (ed ecco qui l'esperimento!!) mi sono scattata in un set fotografico che ho realizzato in un pomeriggio di sacro fuoco cre…

Tre progetti per tre collane

Immagine
Ciao care amiche, eccomi!
Sono emersa dai miei lavori giusto il tempo per un post e poi torno a rituffarmi tra cartamodelli, stoffe e fili. Sto lavorando a diversi progetti che assorbono molto tempo e i post vanno un po' a rilento.
Oggi vi mostro tre accessori, che spero possano essere utili spunti per quelle di voi che si cimentano con la manualità. Si tratta di tre collane, di cui una mi è servita per un refashion.

La prima: una cascata di roselline con un grande cuore in argentone.

Ho realizzato le roselline con la fustella Bigz Flowers 3D della Sizzix...per chi non ha mai utilizzato la colla a caldo, occhio alle dita!! sembra innocua ma, se cola, la scottatura è assicurata.



La seconda: una collana corta con decoro in pelle e catena dorata. Le varianti sono due: una in pelle rossa e blu, una in pelle cognac e arancio. Anche per queste collane, ho utilizzato una fustella della Sizzix, si tratta in particolare della Bigz Botanical element. 



La terza: sono partita da una collana …