29 agosto 2016

Camicia in puro lino, valorizzare il capo con la qualità del tessuto

In cucina mi hanno insegnato che per preparare un buon piatto, è necessario partire da ingredienti di qualità. Poi bisogna seguire la ricetta e, alla fine, gustare il risultato...magari accompagnandolo con un buon metodo classico, aggiungo io.
Ecco, questo è il leit motiv del lavoro di oggi: cucinare un buon piatto, partendo da ottimi ingredienti.


Il piatto di oggi prevede: camicia speciale in puro lino dal sapore vagamente orientale.

Le indicazioni della ricetta riportano: abbottonatura in sbieco, orlo irregolare, collo alla coreana, nè lunga nè troppo corta.

Gli ingredienti: puro lino bianco candido di ottima qualità; bottoni in madreperla.


Parto con il disegno del modello su misura -la camicia non è per me-.
Quindi, sotto con il primo ingrediente... il lino che, in una parola, è splendido.
Vai poi di strumenti del mestiere... qui alle prese con il colletto.

Poi, le cuciture ribattute, le asole e i bottoni in madreperla.


E alla fine...eccola, in tutto il suo abbagliante splendore!!

La cara amica per cui l'ho cucita è di tutto rispetto ed è già bella di suo, ma vi assicuro che con indosso la mia piccola si fa ben guardare. :-)

Ora manca solo di stappare la bottiglia, che è già in fresco...

Ciaoooo,
Sara

21 agosto 2016

Inizia la scuola dell'infanzia! Ecco lo zainetto

L’inserimento alla scuola dell’infanzia rappresenta un passaggio importante per ogni bimbo e quest'anno anche Ludovica, la dolcissima bimba di una coppia di miei cugini, si troverà ad affrontarlo. Con piacere, sono stata coinvolta nella preparazione del corredino che la bimba porterà all'asilo. 

(Vedi anche - qui - i grembiuli per Simone e - qui - il nécessaire composto da sacca, porta tovagliolo e spugna per Arianna).

In particolare, la mamma mi ha affidato il compito di realizzare lo zainetto che servirà per portare da casa all'asilo -e vice versa- i vari cambi.
Nella mia testa, quindi, hanno iniziato a frullarmi idee di colori pastello, fiorellini, cuoricini e quant'altro pensavo adatto ad una bimba di tre anni...ma Ludovica è stata perentoria: le piacciono il viola e i leoni.
I leoni?!?!? e dove li prendo i leoni??!? ho pensato. Vabbè, li troverò, con un po' di fortuna... :-)

Navigando in cerca di ispirazioni, ne ho visto uno su Pinterest che faceva al caso mio...

La criniera è di lino, che ho scelto perché a trama grossa e vagamente tridimensionale, mentre il muso è un cotone rosa pallido.
I baffi e la bocca sono ricamati a punt'erba con cotone da ricamo, mentre gli occhi e il naso sono in ecopelle nera.


Per l'interno, che ha due tasche, ho giocato con la tinta unita del cotone rosa e le righe di un cotone americano.  

Gli spallacci sono regolabili.


Lo zainetto è corredato da un porta fazzoletti coordinato perché lo stile si coltiva fin da piccoli....
Ma pensandoci bene...in fin dei conti... non è un bel gioco anche per gli adulti?

Ciaooooo,
Sara

7 agosto 2016

Refashion della borsa da spiaggia

Alzi la mano chi è passato indenne dall'offerta allettante di avere in regalo un comodo gadget da portare con sé in spiaggia a fronte dell'acquisto di uno o più prodotti da mare??! Beh, io non me ne sono accaparrato uno ma ben due...praticamente un colpo grosso!
Si trattava di due comode borse in tessuto plastificato (o plastica tessutificata, non so...) di una nota marca di prodotti per la persona.
Si, ma.....eh, perchè c'è un ma...erano così tristi, ma tristi...  non ce la potevo proprio fare ad utilizzarle.
Quindi? Come renderle carine e portabili?
Il dado era stato tratto.



Ecco come si presentavano. All'esterno...vabbè, tolta l'etichetta, potevano anche andare...

...ma dentro...la desolazione.



Quindi, a ciascuna borsa, ho abbinato delle stoffe frugando quà e là nei miei cassetti...

...e, con le misure prese sull'esterno della borsa, ho creato la fodera.

Ho quindi tagliato via il bordo che rifiniva la borsa perchè, nel mio progetto, sarebbe stato sostituito dalla fodera che, sbordando, sarebbe andata a rifinire l'orlo dando anche un tocco di colore all'esterno.

Quindi, vai di macchina da cucire... ed ecco il il risultato:


Con un pezzetto della stoffa che ho utilizzato per la fodera, ho realizzato un rettangolo che ho annodato a mò di fiocco ad un manico.

Ecco, ora si che mi vanno a genio!


Che dite? Con il lavoro che ci è voluto, non facevo prima a comprane di nuove?
Probabilmente si...ma sarebbe stato troppo ovvio e poi....vuoi mettere la soddisfazione?? 

Ciaooooo,
Sara
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...