29 dicembre 2015

Tartan, un classico

Un classico della moda bambini per l'inverno è il tartan, cioè la fantasia scozzese. Chi non ha mai avuto nemmeno un calzoncino o una gonna scozzese? Mi ricordo ancora la mia gonna sozzese con cui andavo all'asiloda bambina ...! era rossa tipo kilt con tanto di spilla in metallo su un fianco, docevita rosso e calzettoni al ginocchio. 
Il tartan è una fantasia versatile, perfetta per creare stili diversi perchè, a seconda degli abbinamenti, diventa "college", “rock” o "bon ton"(vedi qui lo scamiciato bon ton per bimba) .....tutto dipende dai gusti!
Dopo questa premessa...si, avete capito, anche per il lavoro di oggi ho cucito il tartan. Si tratta di una gonnellina in scozzese rosso e verde su fondo bianco. 

E' una gonnellina sbarazzina a semi ruota, che si presta ad essere indossata con un'infinità di abbinamenti..., non solo a Natale.




Ciaooooo,
Sara

18 dicembre 2015

Spilli e pennelli su Repubblica?!????


Caro Babbo Natale, anzi... Caro Gesù Bambino, visto che Babbo Natale non esiste, non so se quest'anno sono stata brava... diciamo però che mi sono impegnata.  Magari un po' di carbone me lo sono meritato lo stesso... poco male... a me quello dolce piace pure.

Durante quest'anno ho fatto tante cose anzi, tantissime. E il mio amato blog Spilli e pennelli ne mette in fila un bel po'...ad oggi sono 46 i post del 2015 e quindi sono 46 i lavori che ho pubblicato e condiviso in rete (sono 163 dal 2012...ecco, ti distrai un attimo, e ti sfuggono di mano!).

Tanti lavori di cucito, di sartoria, di refashion, di cucito creativo alla mia maniera, sono ancora catalogati nella cartella "Da postare" nel mio pc. Ma, se c'è una cosa che ho imparato durante questa magnifica esperienza di blogger, è che non bisogna avere fretta, come per la sartoria. Già...ve lo dice una che porta avanti almeno due lavori contemporaneamente, e ho detto almeno... ma questo è il mio modo e -il mio mondo- di lavorare. Creativo e disciplinato, multitaskig e concentrato. 

Caro Gesù Bambino, non ti chiedo regali... nemmeno quello di consolazione per premiare l'impegno perchè quest'anno me l'hai già fatto. Ed è uno davvero grande, inaspettato e sorprendente... si condensa tutto in questo articolo di Repubblica apparso il 7 ottobre a firma della giornalista Erica Manna. La riproduzione dell'articolo è giustamente riservata ma, sperando di non fare gran danno (ma eventualmente provvedo a cancellarla senza problemi), riporto solamente una frase per chi non ha la pazienza di leggere tutto l'articolo... sono tre righe che mi hanno dato una grandissima e impagabile soddisfazione: 
[...] D’altronde, basta digitare su Google la parola cucito per vedersi comparire elenchi sterminati: A tutta stoffa, Supercut, Appeso a un filo, Spilli e Pennelli, dove si impara l’arte dell’abito e tra un taglio e una foto si filosofeggia pure (“cucire è una forma di libertà”). [...]
Spilli e pennelli? si, proprio il mio Spilli e pennelli!!
L'articolo presenta una nota scuola di moda e parla del notevole interesse risvegliato dai corsi di taglio, nonchè del curioso abbinamento tra filosofia e sartoria...
Mette in luce una rinnovata e diffusa volontà di voler saper fare in un ambito - quello della sartoria- che, all'alba del terzo millennio, sembrava dimenticato, cosa d' altri tempi... insomma kaputt. E invece no. La giornalista ipotizza il motivo di tutto questo interesse: necessità, originalità, svago? Chi lo sa? Ognuno ha le proprie motivazioni, che possono essere una o centomila, solo la mente e il cuore lo sanno.
E io? Per quanto mi riguarda, credo che principalmente mi abbiano spinto la curiosità, l'originalità, e la sfida. La prima è stata superata dalla passione, la seconda è in itinere e in divenire e la terza....solo con il tempo saprò se è stata una buona stella polare....ma, tanto, non ho fretta...
Intanto procedo e creo, cucio, mi diverto, imparo, spiego, traggo e spero di dare ispirazione, conosco un sacco di gente e, last but not least....mi rifaccio il guardaroba!

Quindi, Caro Gesù Bambino, per quest'anno ti auguro semplicemente e affettuosamente un buon S.Natale, come lo auguro a tutte le amiche e tutti gli amici che passano per queste pagine, sia che seguano quotidianamente Spilli e Pennelli sia che passino solo per una visita, magari dall'estero. A tutti il mio sincero augurio.... a happy Christmas to everybody!

Ciaoooooo,
Sara

11 dicembre 2015

Un allegro cardigan rosa

Ciao carissime! Bentrovate.
Come state? Io bene, oggi è una bellissima giornata ed è pure venerdì...cosa voglio di più?!?
Il lavoro del post di oggi riflette il mood...è di un allegro ed energico rosa.
Si tratta di un cardigan, semplice e dalla forma leggermente scancrata, con due lunghe pinces che partono dalla vita. Lo scollo è leggermente sagomato ed è abbottonato sul davanti con bottoni rettangolari in metallo. 
 
 
Ho cucito della fettuccia in contrasto sull'abbottonatura, che fa da motivo e da sostegno alle asole.
 
 

 
Ciaooooo,
Sara

2 dicembre 2015

Gonnellina in ecopelo .... aspettando la neve

Ciao a tutte!
Finalmente il freddo è arrivato...e in molte località, udite udite, si è aperta la stagione dello sci grazie all'innevamento artificiale. Evvivaaa! Come ogni gran dama, la neve si sta facendo attendere -e quindi ben venga il succedaneo- ma non perdo la speranza di vederla presto e la pazienza di aspettare non mi manca. Mi gusto già lo spettacolo dei fiocchi che cadono silenziosi e indifferenti a tutto ciò che succede intorno.
Sono tra quelle persone che amano la neve anche in città...si....l'ho ammetto e lo scrivo pure! ...e spero di non perdere fedeli lettrici o appassionati lettori dopo questo coming out. Insomma, a me la neve piace, comunque e ovunque.
E proprio alla neve dedico il lavoro di oggi...fatto di un leggero coltre di soffice ecopelo. Si tratta di una gonnellina a portafoglio per bambina tanto graziosa quanto morbida.

 

Spero che le foto rendano la morbidezza perché vi assicuro che è quasi impalpabile.


Dopo la poesia la nota tecnica...avete mai lavorato un ecopelo foltissimo?
Vi ricordate quando l'avete tagliato cosa è successo? nel mio caso, sul pavimento si è materializzato un tenero coniglio d'angora che distribuiva svolazzanti fili impalpabili ad ognidove....che sono riuscita a domare solo dopo un battuta di caccia con il fido folletto ;-)


Ma ne è valsa la pena, me lo dico da sola...aspettando la neve, questa gonnellina in ecopelo è perfetta!

Ciaoooooo,
Sara
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...