30 novembre 2013

Due jersey per due abiti

Ciao a tutte!
Oggi vi mostro un paio di abiti che mi sono cucita in questi ultimi giorni. Si tratta di abitini comodi, realizzati in  jersey pesante che mi è stato regalato. I modelli sono miei. Nulla di nuovo, per carità, ma li ho pensati e realizzati di getto, senza ispirarmi a modelli particolari.

Il primo è vagamente anni '50, con scollo rotondo, vita un po'alta con taglio a 6/7 cm sotto il seno e gonna godet. Ho scelto maniche a 3/4  tagliate in modo tale da riprendere il disegno e i colori dell'abito.
Ho profilato il collo in contrasto, sempre con la medesima stoffa.
Quando l'ho indossato, ho ricevuto inaspettati complimenti, a dire il vero...molto graditi!

Ecco l'abito:


Questo è il particolare del profilo sullo scollo, ricavato con la paramontura e fissato un una cucitura invisibile.
Trattandosi di tessuto elastico, volevo evitare che lo scollo si lasciasse andare, allentandosi per l'uso e i lavaggi. Ho quindi rinforzato l'orlo interno cucendo un nastrino, che è poi rimasto coperto dalla paramontura, con un risultato pulito anche sul rovescio.


Qui si intravedono le pinces e il taglio tra gonna e corpino.  

Il secondo abito è in un blu ottanio che mi piace molto, con un motivo che sembra un pizzo.

Anche qui la linea è semplice: come il primo abito, anche questo corpino ha il taglio sotto il seno. La gonna, però, scende diritta con una arricciatura in vita. Le maniche sono più corte e ho giocato con il motivo della stoffa.
Anche in questo caso ho rinforzato l'orlo interno dello scollo cucendo un nastrino, che è poi rimasto coperto dalla paramontura.
Ho scattato le foto con l'abito ancora "caldo"...senza nemmeno stirarlo...e si vede :-P



Vi sono piaciuti?
Se volete altre informazioni.... sono qui!!

Ciaoooooo
Sara




7 novembre 2013

Caldo abito nei colori autunnali del nostro lago di Varese

La temperatura si è finalmente abbassata un po'e l'inverno fa capolino...
Caminetto, castagne, calduccio, casa ... sono tutte cose che amo godermi, dopo la stagione estiva. Se poi sono in compagnia dei miei cari, di amici e di un calice di vino, sono felice. E i ricordi di questi momenti passati mi scaldano sempre il cuore.

Archiviate maniche corte, lino e cotone, oggi vi mostro un abitino facile facile: si tratta di un semplice tubino.
Le maniche sono a 3/4 e leggermente scampanate in fondo, la cintura però è tessuta negli stessi colori dell'abito. Caso? Naaaaa...Vero! La fantasia e la mano sono della mia amica Veronica, che ha tessuto la lana e la cintura. E' uno di miei preferiti!




I colori di quest'abito mi ricordano quelli che ho fotografato la mattina di qualche temo fa sul lago di Varese... non trovate? Un paesaggio pacato e sonnolento da assaporare in silenzio...








Vi lascio con una riflessione, dall'Omelia del Santo Padre Francesco, Piazza San Pietro 19 marzo 2013

Custodire l'intero creato, la bellezza del creato, avere rispetto per ogni creatura di Dio e per
l'ambiente in cui viviamo. (...)
Custodire il creato, ogni uomo ed ogni donna, con uno sguardo di tenerezza e amore, è aprire l’orizzonte della speranza, è aprire uno squarcio di luce in mezzo a tante nubi, è portare il calore della speranza!
E quando l’uomo viene meno a questa responsabilità di custodire, quando non ci prendiamo cura del creato e dei fratelli, allora trova spazio la distruzione e il cuore inaridisce.
(Fonte: sito Vaticano)

Ciaoooooo,
Sara

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...