27 aprile 2013

Camicia con fiocco...dall'aria sognatrice

Stoffa azzurro cielo, bottoni a perla bianca e un fiocco dall'aria un po' sognatrice... è la camicia che ho cucito per una cara amica.
La più bella soddisfazione è stata quando Eloana ha esclamato "E' proprio come la volevo, come me la sono immaginata!"
Si, perché creare un capo per altri non è come crearlo per me stessa.  La difficoltà sta nell'immaginarsi un capo finito e tridimensionale quando si ha davanti solo la stoffa. Quando creo "a ruota libera", spesso definisco il modello in corsa e il capo finito non è come me l'ero immaginato: ha le maniche a tre quarti invece di lunghe oppure decido di rifinirlo in un modo invece di un altro. E questo non è un problema, lo faccio sempre a mio gusto...tanto sono io che lo indosserò.
Quando invece cucio per altri (siano essi amiche, sorella o marito) cerco sempre di assicurami di aver capito cosa ha in mente l'altra persona, per non arrivare alla fine e scoprire, con disappunto da entrambe le parti, che non era ciò che chi dovrà indossarlo aveva in mente. Il rischio è un "tanta fatica per nulla".
Ma non è questo il caso...
Sono contenta! è sempre un'emozione vedere che altri indossano un capo nato dalle mie mani....o che hanno il coraggio di farlo... :-P



Su ogni borsa o capo che creo, cucio la mia etichetta, eccola! Le ho fatte stampare online su Etichettanome.it  un annetto fa....tra poco dovrò riordinarle...



Ciaooooo
Sara

20 aprile 2013

Verde e bianco per fiori, giacca e...ripieno

Oggi mi sento primaverile...saranno le belle giornate, il caldo che è arrivato, la natura che silenziosamente si tinge di verde, giallo, bianco, rosa.... Insomma, ecco un post in bianco e verde!
Inizio con un omaggio agli splendidi fiori del Susino Goccia d'oro del giardino dei miei genitori. I frutti sono squisiti, ce li contendiamo ogni anno...ma per fortuna la pianta è sempre generosa... 
Ho utilizzato come vaso una teiera in porcellana bianca, da un tocco di romanticismo.
  




Questa invece è la mia (prima) giacca con taglio a uomo, in lana verde con fodera bianca, ancora in fase di lavorazione. Mancano ancora gli orli, asole e bottoni (che trovo sia  la parte più noiosa) ma l'ho postata anche così, imbastita, perché ha quell'aria di vera sartoria che mi piace tanto!
Un bel lavorone...non sembra a vederla ma vi garantisco che la soddisfazione è molta ed è ben proporzionata alla fatica di realizzarla!
E poi...non vogliamo sbagliare qualche volta a cucire? ma certo! ... d'altronde....è così divertente scucire e ricucire! Sinceramente non capisco chi si ostina a non voler scucire ... trincerandosi dietro ad un "Ah, ma io non scucio mica!" Non è per niente simpatico, d'accordo, ma per fare un capo o un oggetto fatto bene, spesso è necessario. E poi serve per capire gli errori e per NON RIFARLI PER NON DOVER SCUCIRE ANCORA!!!
La stoffa è in lana e la fodera è a pois tono su tono della Max Mara. La tecnica che ho utilizzato per confezionarla è classica da uomo, completamente diversa dalle giacche che ho cucito fin'ora. Ad esempio, le maniche sono composte da due parti, manica e sottomanica (manica tipo uomo) per migliorarne la vestibilità e ha le tasche hanno il filetto. 
Prossimamente la posterò finita ed indossata!







E, per finire, ancora bianco! ...e dolcezza... ecco le cassatelle al forno con ripieno di ricotta, gocce di cioccolato, miele e cannella che ho preparato con la golosa ricetta di No sugar please. L'unica modifica che ho fatto alla ricetta originale è che ho utilizzato ricotta vaccina e non di pecora.
Spettacolari...da provare! Sono state un successone!

Ciaoooooo
Sara

14 aprile 2013

E' rosa il primo top 2013

Ecco la prima maglia della nostra collezione SaràVero 2013.

SaràVero? ma certo! Molto Sara nel modello (inventato) e nella realizzazione (a mano!) e molto Vero nella maglia (artigianale) e nei colori (scelti secondo la sua fantasia)!
Si tratta di un modello a kimono con fondo piega sul collo, sia sul davanti che sul dietro.
Le maniche a tre quarti, sono rifinite con una fascia in raso rosa che viene ripresa sul fondo. 






Ciaooooo,
Sara

8 aprile 2013

Conigli di stoffa e colombe dolci...una strana fattoria

Anche quest'anno l'atroce dilemma: come regalare gli ovetti di cioccolato? Sono circondata da  amici, fratelli e ... colleghe golosi ... e l'anonimo sacchettino mi faceva tanta tristezza ... poi la folgorazione sul sito Acquerellidiparole: un coniglio porta ovetti!
Per non spettinare le orecchie, ho cucito sul fondo due strisce di velcro da cui inserire ma soprattutto sfilare (!) gli ovetti!

Poi, siccome non mi faccio mancare nulla, ho scoperto al supermercato un irresistibile preparato per colombine. Quatta quatta, l'ho infilato nel carrello e alla cassa ho finto sorpresa quando mio marito se l'è trovato nelle mani. Ma ormai era troppo tardi....ahahaha 
Per prepararle, basta aggiungere gli ingredienti freschi come acqua, due uova, burro e albume e zucchero per la glassa. Io ha aggiunto anche scorze di arancia candita. E' davvero facile e il risultato è buono, di sicura soddisfazione ma ... le mie so stavano abbrustolendo... Eppure ho seguito alla lettera le istruzioni! Questo cosa insegna? Che faccio bene di solito a divagare sulle ricette e usare con creatività le istruzioni!!! :-)
Ecco il risultato:


Gli amici con cui le abbiamo condivise le hanno anche apprezzate...solo cortesia? noooo vera amicizia!
Ciaooooo,
Sara

2 aprile 2013

Galline ricamate e uova decorate o...uova ricamate e galline decorate?!?!??

Mi è spiaciuto molto ma prima di Pasqua proprio non sono riuscita a postare ...
Meno male ci ha pensato Veronica a farvi gli auguri!
Volevo comunque condividere con voi un fuori porta moooolto serio di cui mi sono innamorata al primo sguardo. Mi è subito piaciuto e non ho resistito! Si tratta di un ricamo a punto croce su tela aida che ho comprato pro missioni.






.... e sempre in tema di uova... ecco le mie uova dipinte, che fanno bella e allegra mostra di se nel mio soggiorno.
Le ho svuotate attraverso un solo foro grazie all'ausilio di una cannuccia e ho cancellato la data di scadenza con un trucco che ho imparato navigando: con un batuffolo imbevuto di aceto. Funziona a meraviglia!
Ciaooooo,
Sara


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...